Pubblicato l'ultimo rapporto Aifa sulla sorveglianza post-marketing dei vaccini in italia

"Il Rapporto riassume le attività di sorveglianza post-marketing sui vaccini condotte in Italia nel 2016.

A differenza dei precedenti, in cui l'analisi era stata condotta sulle reazioni insorte nell’anno in esame, quest'anno il Rapporto prende in esame tutte le sospette reazioni avverse inserite nel 2016, comprese quelle insorte negli anni precedenti, in linea con tutti i dati resi disponibili dall’Agenzia (rapporto OSMED, report RAM).
Nella prima sezione sono state analizzate le sospette reazioni avverse osservate dopo somministrazione di vaccini, inserite nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza.
E' stato quindi esaminato l'andamento delle sospette reazioni avverse per tipologia di vaccino.
Un focus è dedicato all'impatto delle stagioni antinfluenzali 2016-17 in Italia e alla Malattia da Meningococco da sierotipo C in Toscana 2015-16.
Come nelle versioni precedenti a conclusione del rapporto viene riportato un breve elenco di articoli di autori/gruppi italiani riguardanti  vaccini pubblicati nel 2016."

http://www.aifa.gov.it/content/rapporto-sulla-sorveglianza-postmarketing-dei-vaccini-italia-anno-2016

"Le segnalazioni su vaccini inserite in Rete nel 2016 sono state 4.766 (11% del totale delle segnalazioni a farmaci e vaccini). Di queste, 3.256 segnalazioni (68%) si riferiscono a sospette reazioni avverse che si sono verificate nel 2016.

Le segnalazioni per  i vaccini batterici  sono state 2.977 (l'85,3% non gravi), e si riferiscono nella quasi totalità ai vaccini meningococcici (n. 1.713) e pneumococcici (n. 1.113).

Le segnalazioni per i vaccini virali sono state 1.602 (l'80,8% non gravi), di cui il 74% relative ai vaccini anti-influenzali e morbillosi. Le segnalazioni riguardanti i vaccini batterici e virali in associazione sono state 1.479 (l'85,8% non gravi).

Complessivamente la maggior parte delle reazioni segnalate sono state definite non gravi (circa l'84%). Tra queste, le più comuni sono state febbre, reazioni nel punto di iniezione (come dolore, rossore, tumefazione, eritema), irritabilità, malessere, pianto, cefalea."