Hexyon, cronostoria veneta

Hexyon, cronostoria veneta

La notizia è arrivata in pieno dibattito politico con il Decreto-Legge in discussione in Senato, la perfetta sincronia tra un DL, che pone l'obbligo fino ai 16 anni di età, e la modifica del bugiardino Hexyon portanto persino ad un interrogazione palamentare urgente da parte della senatrice Dirindin:

“Alcuni aspetti appaiono però poco chiari – fa notare la Dirindin – Per l’esavalente Hexyon, il foglio illustrativo non riporta più l’indicazione che il vaccino deve essere somministrato a bambini di età non superiore ai 24 mesi, indicazione invece contenuta nella precedente versione dello stesso documento (del 10 giugno 2016)”..

In tutta questa situazione va ricordato che l'esavalente Hexyon della Sanofi è un medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale e agli operatori sanitari è richiesto (per legge) di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta, anche quelle attese oltre al fatto che resta sulla scheda tecnica non soministrabile sopra ai 24 mesi d'età (anche se depennato dal bugiardino).
A tal proposito portiamo in evidenza il fatto che usare gli stessi vaccini al di fuori del range di età per cui sono stati designati e clinicamente testati è inutilmente rischioso, questa opinione del prof Pier Luigi Lopalco, che lo definisce “un comportamento privo di ogni logica medica, oltre che di qualsiasi evidenza scientifica”.


30 agosto 2017 - Ad un mese giusto dalla modifica del bugiardino Hexyon, sicuramente poco chiara, la Regione Veneto pubblica il Decreto n. 156, "Appalto specifico per la fornitura di vaccini antinfluenzali, del vaccino esavalente e rotavirus per le aziende sanitarie della Regione del Veneto. 

Quello che balza subito all'occhio è l'aggiudicazione dell'appalto, la Sanofi proprio con l'Hexyon batte GSK e MSD Italia (meglio conosciuta come Merck). La Regione Veneto dall'entrata in vigore del Decreto-Legge Lorenzin somministrerà un vaccino a monitoraggio addizionale la cui sicurezza, pur scomparsa dal bugiardino, non è testata clinicamente sopra ai 24 mesi.


Oggi, 3 ottobre 2017 - A 2 mesi dall'entrata in vigore della Legge 31 luglio 2017, n. 119, la Regione Veneto non ha avuto modo di incontrare Corvelva, pertanto restano disattese le seguenti domande:

1 - Visto l'appalto contenuto nel Decreto n. 156 pubblicato dalla Regione Veneto e visto l'aggiudicazione e il probabilmente acquisto del vaccino esavalente Hexyon, i minori sopra i 24 mesi come potranno adeguarsi alla legge se non è possibile somministrare questo vaccino?
2 - Le ASL ed i Centri Vaccinali sono stati informati in maniera rigorosa dalla Regione Veneto che l'esavalente Hexyon della Sanofi è un medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale e agli operatori sanitari è richiesto (per legge) di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta?
3 - Il Canale Verde è stato informato di intensificare la vigilanza riguardante la segnalazione delle sospette reazioni avverse?
4 - In assenza di vaccinazione Hib, il minore sopra ai 24 mesi deve ritenersi "inadempiente" anche se il vaccino monovalente è sprovvisto in Veneto e in Italia?

Queste sono 4 semplici domande SOLO riguardanti al vaccino esavalente Hexyon ma i dubbi che girano attorno all'applicazione del Decreto-Legge sul territorio veneto sono ben più ampi.