Depositato l’esposto in Procura riguardo le analisi metagenomiche

Depositato l’esposto in Procura riguardo le analisi metagenomiche

In data 16 agosto 2018 è stato depostitato presso la Procura di Roma (tribunale penale) il nostro esposto, relativo alle risultanze delle analisi metagenomiche da noi commissionate.

Si evidenziano una serie di difformità significative tra quanto dichiarato dalle case produttrici dei medicinali nella documentazione illustrativa e nella scheda tecnica del singolo vaccino, e quanto riscontrato dalle analisi. Da detta difformità discende in taluni casi un vero e proprio pericolo per la salute pubblica.

In particolare segnaliamo:

• presenza di varianti genetiche in numero rilevante negli antigeni componenti, in assenza in letteratura di alcuno studio scientifico sulla sicurezza per la salute. In assenza di studi scientifici svolti sulla sicurezza delle singole varianti genetiche non è in alcun modo possibile verificare se la popolazione vaccinata abbia avuto malattie autoimmuni, neurologiche, tumorali (sono stati infatti inoculati genomi mutanti), o altre patologie, come conseguenza della somministrazione di tali varianti, per cui non è possibile affermare l’assenza di conseguenze patologiche della loro somministrazione.
• La presenza di frammenti di DNA di grandi dimensioni provenienti da un genoma intero umano, che contengono retrovirus integrati (HERVs) potenzialmente infettivi ed in grado di integrarsi nel DNA delle cellule ospiti con potenziale effetto cancerogeno, e che potrebbero essere immunogenici, cioè indurre la formazione di anticorpi anti-DNA autoimmuni.
• La presenza di proteine espresse dall’RNA umano, con proprietà immunogeniche, cioè in grado di scatenare reazioni allergiche o da ipersensibilità, tanto quanto le proteine espresse dall’RNA proveniente da linee cellulari embrionali animali (di pollo), in quanto appartenenti ad un organismo umano diverso da quello del vaccinato (questo è un serio
problema per esempio per proteine ad uso terapeutico di origine umana).

Vi invitiamo a leggere integralmente il testo dell'esposto perchè molte e diverse sono le evidenze che destano preoccupazione e che sono state denunciate.

Testo Esposto


Ciò che si chiede è: che L’Ecc.ma Procura della Repubblica adita voglia disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti così come esposti dettagliatamente in narrativa, valutando gli eventuali profili di illiceità penale degli stessi, in particolare valutando la sussistenza o meno delle fattispecie di cui agli artt. 440 e/o 443 c.p.
Con il presente esposto si intende inoltre formulare denuncia querela, sempre in relazione ai fatti sovra descritti, nell’ipotesi in cui dagli accertamenti svolti dalle Autorità competenti dovessero emergere fattispecie di reato per i quali la legge richiede la procedibilità a querela di parte.

Il nostro lavoro non si conclude qui, stiamo procedendo ad approfondire ulteriormente queste stesse analisi e le abbiamo allargate ad altri campioni vaccinali; inoltre stiamo valutando di effettuare altre analisi valutando anche le composizioni chimiche (prossimo progetto in partenza a brevissimo). Ogni ulteriore evidenza verrà depositata per far sì di ampliare i contenuti dell'esposto.

Per sostenere Corvelva in questo percorso, ed aiutarci a far emergere la verità sul contenuto di questi farmaci (così fideisticamente ed illecitamente definiti "sicurissimi ed efficacissimi"), puoi fare una donazione (link) o contribuire associandoti (link). Ogni contributo sarà un passo avanti verso la libertà.

Grazie, Corvelva Staff


Link (Allegati all'esposto):

1. Analisi di laboratorio su campioni dei vaccini descritti nel testo (SOLO PROCURA)
2. Relazione scientifica divulgativa pubblicata sul sito Corvelva (https://goo.gl/v822th)
3. Risposta EMA a Corvelva del 3 agosto 2018 (https://goo.gl/UwnFFa)
4. Risposta EMA all’Onorevole Ivan Catalano 20 marzo 2018 (https://goo.gl/VE2Mvi)