Vaccini Puliti? La posizione di Corvelva

Vaccini Puliti? La posizione di Corvelva

Da quando è uscito il leit-motiv "vaccini puliti" non ci siamo mai sentiti in dovere di prendere una posizione in merito.

Ci siamo però resi conto che così facendo abbiamo dato per scontato che fosse chiara la nostra posizione in merito alle vaccinazioni... ultimamente abbiamo intuito che forse così non è! Quindi parliamo qui di cosa significa, per Corvelva, libertà di scelta.

Libertà di scelta significa che nessuno, per nessun motivo al mondo, deve essere, può essere, obbligato ad assumere un farmaco o comunque a ricevere un qualsiasi trattamento di tipo medico o sanitario sul proprio corpo. L'inviolabilità del corpo è un tema molto più ampio di quello inerente ai soli vaccini e chi oggi sottovaluta la minaccia costituita da un obbligo vaccinale di massa, forse, a nostro avviso, dovrebbe ampliare un po' gli orizzonti e pensare a quali scenari potrebbero aprirsi una volta che venisse avallata e definitivamente sdoganata la possibilità di imporre un trattamento medico o di qualsiasi altro tipo sul corpo di ogni individuo. Detto ciò la posizione del Corvelva è da sempre molto ma molto critica nei confronti dei vaccini, intesi proprio come profilassi: critica in termini di utilità, critica in termini di sicurezza, critica in termini di efficacia.

Questo non vuol dire che vogliamo abolire i vaccini, no, questo vuol dire che pretendiamo e riteniamo sacrosanto il diritto delle persone ad essere adeguatamente informate e di poter scegliere in base a queste informazioni. Riteniamo altresì un dovere da parte delle istituzioni andare a fondo delle eventuali problematiche che emergono dalla pratica vaccinale dal momento che oggi ci troviamo nella situazione opposta, ovvero le istituzioni non controllano un bel niente e anzi fanno di tutto per insabbiare, nascondere sotto il tappeto tutto quello che i vaccini portano di dannoso con sé, e nel contempo cercano di estendere l'obbligo vaccinale ad una fascia sempre più ampia di popolazione, in una situazione come questa a nostro avviso non è il caso di dire "sì ai vaccini ma che siano puliti" perché è come ammettere la possibilità che se un dato medicinale o farmaco qualsiasi altro tipo di sostanza o "cosa" dovesse o potesse essere introdotta nel nostro corpo, se è pulita e se è sicura, va bene ed è accettabile! E invece no! Non è accettabile, per noi, non deve esserlo mai, di qualsiasi cosa si tratti: può essere anche la cosa più miracolosa del mondo ma io, individuo senziente, ho il diritto e devo avere il diritto di dire NO!

L'esperienza, soprattutto in campo medico scientifico, ci insegna che quello che oggi sappiamo potrebbe non essere uguale a quello che scopriremo domani, ma comunque a prescindere da ciò non deve mai mancare di base il concetto che ognuno deve essere libero e padrone del proprio corpo: a nessuno Stato o Governo o Nazione dovrebbe essere consentito di poterne disporre come gli pare, a suo piacimento. La scienza si è sbagliata molte volte, e se anche non sbagliasse, io essere umano DEVO PRETENDERE di avere libertà di scelta su me stesso (e naturalmente, nel nostro caso, sui figli, giacché ne siamo gli unici responsabili, coloro che li amano, gli unici ad occuparci del loro benessere e gli unici che farebbero fronte a qualsiasi danno dovessero subire, soli, SOLI).

Pertanto, amici, Corvelva è per la libera scelta perché le imposizioni non fanno per noi;
Libera scelta anche di mettere in discussione qualsiasi dogma seppur scientifico;
Libera scelta di dire NO ai vaccini.