Google e GSK formano un'impresa per lo sviluppo di farmaci bioelettronici

Google e GSK formano un'impresa per lo sviluppo di farmaci bioelettronici

L'articolo che vi abbiamo tradotto è del 2016 ma se leggerete la premessa capirete perché lo riproponiamo ora e perché lo abbiamo inserito nella sezione "Conflitto di "Interessi".

Alphabet è la casa madre, la holding, che controlla tra le varie aziende anche Google e Youtube. I co-fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, l'hanno direttamente guidata fino al 2019 e pertanto affermare che Alphabet è Google, è perfettamente corretto. Detto questo non ci sarebbero particolari problemi se un'azienda decidesse di investire nel comparto sanitario ma se questa azienda si erge come controllore della verità, sugli stessi temi su cui investe enormi quantitativi di denaro, questa cosa si trasforma in palese conflitto di interessi.


La più grande azienda farmaceutica britannica e Verily Life Sciences, una divisione di Alphabet, si sono unite per affrontare le malattie croniche

GlaxoSmithKline ha collaborato con la società madre di Google, Alphabet, per sviluppare impianti elettronici in miniatura per il trattamento di asma, diabete e altre malattie croniche.

GSK, la più grande azienda farmaceutica britannica, ha detto che avrebbe costituito una joint venture con Verily Life Sciences, una divisione di Alphabet, per lavorare alla ricerca sui farmaci bioelettronici. GSK deterrà il 55% della Galvani Bioelectronics, e Verily ne deterrà il 45%.

Galvani avrà sede presso il centro globale di ricerca e sviluppo di GSK a Stevenage, Hertfordshire, appena a nord di Londra, e avrà un secondo polo di ricerca presso la base di Verily a San Francisco. Le aziende combineranno i loro diritti di proprietà intellettuale esistenti e investiranno fino a 540 milioni di sterline in sette anni, se la collaborazione raggiungerà determinati obiettivi.

GSK lavora sui farmaci bioelettronici dal 2012 in una prospettiva di sviluppo di nuovi trattamenti brevettabili, dato che il suo trattamento delle vie respiratorie Advair affronta la concorrenza delle versioni generiche. Ha investito 50 milioni di dollari (38 milioni di sterline) in un fondo di venture capital per la bioelettronica e ha fornito finanziamenti a scienziati esterni all'azienda che lavorano nel settore.

I rimedi bioelettronici collegano impianti alimentati a batteria delle dimensioni di un chicco di riso, o più piccoli, ai singoli nervi per correggere i segnali elettrici difettosi tra il sistema nervoso e gli organi del corpo.

GSK ritiene che l'alterazione di questi segnali nervosi potrebbe aprire le vie aeree di chi soffre di asma, ridurre l'infiammazione intestinale dovuta al morbo di Crohn e trattare i pazienti con una serie di altri disturbi cronici come l'artrite. Finora gli impianti sono stati testati solo su animali, ma l'obiettivo è quello di produrre trattamenti che integrano o sostituiscono i farmaci che spesso hanno effetti collaterali.

GSK e Verily, rinominate da Google Life Sciences a dicembre, hanno dichiarato che la loro collaborazione combinerà lo sviluppo di farmaci e la comprensione della biologia della malattia da parte di GSK con l'esperienza di Verily nell'elettronica in miniatura, dati e software per scopi clinici. La nuova società impiegherà inizialmente circa 30 scienziati, ingegneri e medici.

Kris Famm, il responsabile della bioelettronica di GSK, ha detto che un vantaggio della bioelettronica sarebbe che i ricercatori dovrebbero essere in grado di applicarla ad un maggior numero di malattie man mano che la tecnologia si sviluppa. Ha detto che lavorare con Verily accelererebbe questo processo e che spera di condurre i primi test sugli esseri umani entro tre anni.

Famm ha detto:

"Dobbiamo capire come interfacciare i dispositivi con i piccoli nervi del nostro corpo per trovare un nuovo modo di fornire terapie. Costruiremo i piccoli dispositivi che sono al centro del progetto. 

"Più piccoli sono i dispositivi, meno hanno bisogno di essere caricati e più sono precisi, e più questo sarà interessante come intervento. Si spera che tra 10 anni ci sarà un'opzione di trattamento in cui il vostro medico vi dirà: "Perché non optate per la bioelettronica?", e un chirurgo eseguirà una piccola procedura che aiuterà l'organo a fare ciò che dovrebbe fare".

Moncef Slaoui, presidente di GSK per i vaccini globali, presiederà il consiglio di amministrazione della nuova società, che comprenderà anche l'amministratore delegato di Verily, Andrew Conrad, e Famm.

Galvani sarà intitolata a Luigi Aloisio Galvani, uno scienziato del XVIII secolo il cui studio delle reazioni di una rana ha aperto la strada allo studio delle neuroscienze. Le aziende sperano che la joint venture sia operativa entro la fine di quest'anno, una volta approvata dalle autorità americane di regolamentazione della concorrenza.

La GSK ha detto la scorsa settimana che avrebbe investito 275 milioni di sterline nelle sue operazioni nel Regno Unito e che la Gran Bretagna è rimasta un buon posto per fare affari nonostante il voto di lasciare l'UE. L'amministratore delegato della società, Sir Andrew Witty, dovrebbe lasciare nel marzo 2017, rendendo l'impresa Galvani uno dei suoi ultimi affari in azienda.

Verily è una delle più importanti iniziative a lungo termine di Alphabet. Fa parte della divisione in perdita "altre scommesse" del gigante tecnologico che comprende anche Nest, che sviluppa prodotti per la casa collegati a internet.

Brian Otis, il responsabile tecnico di Verily, ha detto: "Si tratta di una collaborazione ambiziosa che permette a GSK e Verily di unire le forze e di avere un enorme impatto su un settore emergente. La medicina bioelettronica è una nuova area di esplorazione terapeutica, e sappiamo che il successo richiederà la confluenza di competenze di biologia delle malattie profonde e di nuove tecnologie altamente miniaturizzate".


Fonte: https://www.theguardian.com/business/2016/aug/01/google-gsk-bioelectronic-medicines-verily-life-sciences-alphabet

Traduzione realizzata da Giuditta G.