Blog

When we started these analysis, from the metagenomics to the chemicals, we had a lot of questions and we were looking for answers…. After the first results, we have more and more questions and, most of all, we are more worried! Below you will find some points that trouble us.

The qualitative and quantitative survey about organic compounds is very important in the pharmacological sector. Some potential safety problems derive from the new production processes and from the complex structural and biological features of products.

0
0
0
s2sdefault

-Moraten Berna

Uno dei vaccini monovalenti antimorbillo venduti in Europa era il Moraten Berna (1). Abbiamo cercato di ripercorrere la vita di questo vaccino e per farlo abbiamo dovuto ripercorrere la vita societaria della casa produttrice, la Berna Biotech.

0
0
0
s2sdefault

Democrazia cercasi - dal convegno di Udine su antibiotici e vaccini

Dal convegno “Antibiotici e Vaccini: la nostra difesa numero 1”
https://www.triesteallnews.it/2018/11/17/antibiotici-e-vaccini-riccardi-bisogna-superare-la-cultura-del-fai-da-te/

Nel suo discorso di apertura al convegno “antibiotici e vaccini” l'assessore regionale alla Salute, Riccardo Riccardi, ha fatto delle esternazioni che meritano attenzione.

Le sue parole mi hanno colpita perché rappresentano esattamente l’opposto della nostra idea, quella che portiamo avanti come associazione Corvelva e quella che riteniamo doveroso difendere: l’importanza della consapevolezza delle persone, del loro senso di responsabilità, del loro ruolo nella società civile.

0
0
0
s2sdefault

Alla Cortese Attenzione del Ministro Giulia Grillo, del Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi Vincenzo D’Anna, del Presidente del Consiglio Nazionale dei Chimici Dott.ssa Nausicaa Orlandi, ai capogruppo di Camera e Senato e per conoscenza a tutti i Parlamentari della Repubblica Italiana, al Direttore del Servizio MicroCRIBI dell’Università di Padova Professor Gerolamo Lanfranchi, al Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova, al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e all’Assessore alla sanità e programmazione socio-sanitaria Luca Coletto

0
0
0
s2sdefault

Vi descriviamo alcuni punti che ci lasciano perplessi, vi anticipiamo che quando abbiamo iniziato queste analisi, dalle metagenomiche alle attuali chimiche, avevamo tante domande e cercavamo solo risposte... con i primi risultati abbiamo ancora più domande e soprattutto preoccupazioni!

L’indagine quali-quantitativa di composti organici riveste molta importanza in campo farmacologico. Esistono potenziali problemi di sicurezza derivanti dai nuovi processi di produzione e dalle complesse caratteristiche strutturali e biologiche dei prodotti.

0
0
0
s2sdefault

OBIETTIVO: VACCINARE TUTTI

Per chi avesse avuto ancora dei dubbi, ora è palese: la questione vaccini è tutt'altro che chiusa.
La legge 119 non basta, evidentemente l'obiettivo è molto più ampio e la legge lorenzin era solo l'inizio. L'attuale governo sta rilanciando alla grande, e come sempre le epidemie mediatiche corrono in soccorso offrendo spunti (non importa se pretestuosi, falsi o travisati) per giustificare nuovi provvedimenti e nuove finte emergenze.

0
0
0
s2sdefault

#

Ultimamente siete in tanti a chiederci ragguagli sulla questione privacy, in particolare in riferimento ai moduli di gestione della privacy che vengono proposti da parte delle scuole.
La prima considerazione da fare è questa: sono moduli di consenso al trattamento dati che sono sempre stati proposti da molti anni a questa parte, (vengono proposti per qualsiasi cosa, anche per la tessera del supermercato), ma chiaramente oggi siamo tutti con le antenne alte. 
C’è da considerare che vi è una nuova normativa entrata in vigore nel maggio scorso, che recepisce le normative UE, e che prevede anche conseguenze molto gravi se “le carte non sono in ordine”. Pertanto nulla di strano se sono stati proposti più moduli, o anche moduli molto più dettagliati.
Detto ciò, naturalmente dobbiamo stare molto attenti a ciò che firmiamo, ma va anche detto che la scuola non avrà dati che noi non gli forniremo. Per questo, ad esempio, con la 119 noi abbiamo suggerito di NON consegnare alcun dato sensibile alle scuole, dal momento che è possibile farlo senza conseguenza alcuna (tranne la segnalazione alla Asl, che in Veneto sa già benissimo chi è vaccinato e chi no).
RIFIUTARE DI FIRMARE i moduli metterà la scuola, o l’ente o l’azienda che abbiamo di fronte, nella condizione di non poter trattare i vostri dati, e di conseguenza anche di NON PERFEZIONARE L’ISCRIZIONE, o non poter erogare determinati servizi. Lo stesso dicasi per i dati sensibili, perché ad esempio se mio figlio è allergico e io ho necessità di segnalarlo, la scuola se nego il dato non potrà ricevere o gestire tale informazione. 
Pertanto, questi moduli servono a chi eroga il servizio per essere in regola con le norme di legge.
A tal proposito voglio sottolineare che è una legge, la 119/2017, che impegna le scuole ad occuparsi di questo “censimento”, obbligandola a farsi carico della gestione dei dati sensibili e sanitari. Ripeto che, fin dove si può fare a meno, è meglio avvalersi del diritto di non consegnarli affatto, piuttosto che rifiutare di firmare un modulo che serve all’amministrazione per gestire iscrizione o i servizi richiesti.

0
0
0
s2sdefault

Iscriviti alla Newsletter

© Copyright 2017-2018 Corvelva - Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni - All Rights Reserved