Lettere e Comunicati

Amici, ci siamo, è arrivato dopo poco più di un anno il momento di chiedervi aiuto. La prima ed unica volta che Corvelva fece una raccolta fondi fu a giugno 2017 quando assieme uscimmo sui quotidiani con un nostro redazionale informativo. Fu la prima volta che si usciva sui giornali, eravamo pochi soci, conti vuoti, voglia di fare.

0
0
0
s2sdefault

Se il nostro programma scientifico ti sembra coerente ASSOCIATI O FAI UNA DONAZIONE. Solo in questo modo potrai sostenerci. Puoi darci il tuo sostegno anche se non sei Veneto perché i nostri progetti hanno eco nazionale ed il fine è comune. Ogni singolo euro verrà destinato a distruggere questo sistema malato ed ogni grammo di energia finalizzato solo a contrastare ogni obbligo. Siamo da sempre per la libertà vaccinale e terapeutica!

0
0
0
s2sdefault

Oggi abbiamo letto, con sgomento, le affermazioni dell'assessore alla scuola del comune di Spresiano (TV), tale sig. Tagliapietra, e ci siamo accorti che qualcosa evidentemente è sfuggito o a noi o alla classe politica veneta.
Lo stesso afferma che "non sarà dato un solo euro per calmierare le rette dei nidi alle famiglie che iscrivono i propri bambini presso realtà "novax" o "freevax"'.

0
0
0
s2sdefault

Dal 2 giugno al 9 giugno 2018 si sono susseguite una serie di manifestazioni in tutto il mondo. Argentina, Australia, Bulgaria, Cile, Germania, Serbia, Slovacchia, Tasmania, Polonia, Ucraina e Stati Uniti: tutti in maniera comune hanno chiesto Libertà di Scelta e Principio di Precauzione. In Italia abbiamo visto riempire già le piazze di Bari, Genova, Macerata, Pescara e Torino. In tutto il mondo centinaia di migliaia di genitori uniti e organizzati, pronti a imporsi su una pratica, quella vaccinale, che ha sempre di più l’aria del dogma e meno della scienza.

0
0
0
s2sdefault

Carissimi Genitori,

come donna, madre e psicologa non avrei mai immaginato di scriverVi una lettera aperta di questo e tipo e fino all’ultimo spero che, la realtà che si sta prospettando, in qualche modo venga evitata… ma la data del 10 marzo si avvicina e quindi, con il cuore in mano, mi sento in dovere di farlo, accettando la richiesta di Corvelva.

0
0
0
s2sdefault

Questo è un articolo che non vorremmo scrivere, ma viviamo in Italia, il paese in cui le opinioni di una ministra diventano equiparabili alla legge, il paese in cui non si emanano norme attuative per chiarire le non disposizioni di una legge fatta male, ma le note e le risposte indirizzate ad un sindaco o ad un qualsiasi esponente della pubblica amministrazione vengono riprese come IL VERBO, come LA LEGGE.

0
0
0
s2sdefault

Corvelva da sempre coopera con molte realtà scientifiche, associative e professionali sempre con chiaro il focus della nostra Associazione, promuovere la libertà di scelta vaccinale e terapeutica in Veneto e non solo. Grazie a queste cooperazioni abbiamo avuto modo di inviare una lettera alla rivista edita dalla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Interattivo-Cognitiva di Padova, intitolata "SCIENZE DELL’INTERAZIONE: SCIENZE DELL’INTERAZIONE Rivista di psicologia clinica e psicoterapia". La nostra lettera è stata pubblicata sull'ultima edizione 2017 e la troverete a pagina 142 (link per il download in fondo all'articolo).

0
0
0
s2sdefault

Dopo la recente votazione della mozione del Comune di Firenze in cui sostanzialmente si chiede di far terminare l'anno scolastico (fascia 0-6) ai bambini, abbiamo deciso di proporre un'azione su tutti i comuni veneti fatta dai genitori e dai gruppi locali.
Presenteremo una formale richiesta di "presa visione" della mozione fiorentina, eventualmente corredata da una raccolta firme autogestita dai residenti dei singoli comuni.

0
0
0
s2sdefault

Come tutti voi abbiamo letto oggi il comunicato della Corte Costituzionale a seguito dell'udienza per il ricorso della Regione Veneto.

Innanzitutto, non stupisce la scarna comunicazione adottata, né la sostanziale indifferenza che traspare da quelle poche righe a disposizione. Rispettiamo la decisione della Corte, ma non la condividiamo:

la legge 119 ci ha riportati indietro di 20 anni, ha cancellato le molte conquiste che erano state portate a casa da tutti coloro che si battono da sempre per la libertà di scelta terapeutica.

0
0
0
s2sdefault

Molti insegnanti ci chiedono una "strategia" per adempiere al meglio alle nuove disposizioni di legge previste dal decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73. Non esiste una strategia Corvelva se non quella di conoscere la legge stessa, sapere pertanto fino a che limite si può adattare la propria liberà scelta e conoscere il proprio grado di "opposizione attiva" a questa legge liberticida.

0
0
0
s2sdefault

Molti genitori con figli iscritti alla "scuola dell'obbligo" ci chiedevano quale potesse essere un modo per evitare di consegnare un'autocertificazione al dirigente e rischiare di esporre il minore a possibili ripercussioni (assurde discriminazioni avvengono quotidianamente nelle scuole del Veneto) o semplicemente perché affezionati alla nostra Costituzione italiana, per noi in netto contrasto con il decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73.

0
0
0
s2sdefault

Molti in questo periodo mi hanno proposto di contattare le alte cariche della Chiesa Cattolica affinché esprimessero una loro opinione riguardo alla legge dell’obbligo di 10 vaccini, considerando il loro ancora forte ruolo in questa società.

0
0
0
s2sdefault

Iscriviti alla Newsletter

© Copyright 2017-2018 Corvelva - Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni - All Rights Reserved