I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più

I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più

Uno studio pubblicato il 6 novembre 2019 rafforza "il presupposto che l'industria farmaceutica possa influenzare le prescrizioni dei medici di medicina generale".

I medici francesi che ricevono regali da aziende farmaceutiche tendono a fare "prescrizioni più costose e di qualità inferiore", al contrario, coloro "che non ricevono alcun beneficio dall'industria farmaceutica sono associati in media a migliori indicatori sull'efficacia delle loro prescrizioni e generalmente costano meno", tutto ciò è emerso da un recente studio del Centre Hospitalier Universitaire de Rennes.

La School of Advanced Studies in Public Health ha dichiarato 1 che questi risultati non dimostrano un nesso causale ma "rafforzano l'ipotesi che l'industria farmaceutica possa influenzare le prescrizioni dei medici di base e offrono informazioni sulla portata di questa influenza”.

"Questa influenza, a volte inconsapevole tra i medici, può portare a scegliere un trattamento non ottimale, a scapito della salute del paziente e dei costi per la comunità."

"Prescrizioni più generiche"

Lo studio mostra che "in media (...) il gruppo di medici che non ha ricevuto alcun beneficio è associato a":

  • prescrizioni meno costose;
  • più prescrizioni di farmaci generici rispetto agli stessi farmaci non generici (per tre tipi di farmaci: antibiotici, antiipertensivi, statine);
  • meno prescrizione di vasodilatatori e benzodiazepine per lunghi periodi, il cui uso non è raccomandato da Medicare;
  • meno prescrizioni di sartani rispetto a un'altra famiglia di farmaci, raccomandate per la loro efficacia simile a costi inferiori.

D'altra parte, "non vi è alcuna differenza significativa per la prescrizione di aspirina, antidepressivi generici o inibitori generici della pompa protonica", farmaci antiacidi.

"Un sacco di soldi per la promozione"

Gli autori mostrano anche che maggiore è la quantità totale di benefici ricevuti, maggiore è il costo incrementale medio per prescrizione, nonché il deficit di prescrizione delle versioni generiche per antibiotici, antiipertensivi e statine.

"Le aziende farmaceutiche spendono molti soldi per la promozione delle medicine i cui doni sono solo una parte", afferma il dott. Goupil, citando un rapporto di la Commissione europea ha pubblicato nel 2009.

"Sembra improbabile che questi soldi vengano spesi in perdita e che i risultati del nostro studio siano coerenti con gli studi esistenti per influenzare le prescrizioni".

Il 90% dei medici "ha ricevuto almeno un regalo" dal 2013

Lo studio, pubblicato sul British Medical Journal (BMJ), si basa sull'incrocio di due database. Il primo è il portale Trasparenza Santé, (2) sul quale devono essere dichiarati tutti i "collegamenti di interesse" degli operatori sanitari, (3) in particolare i costi di attrezzature, pasti, trasporti o hotel offerti dalle aziende del settore (laboratori farmaceutici, produttori di dispositivi medici, ecc.), a partire da 10 euro.

Secondo questo database, "quasi il 90% dei medici di medicina generale ha ricevuto almeno un regalo dal 2013", afferma Pierre Frouard, medico di medicina generale a Rennes e coordinatore dello studio. "Questo è il primo studio di questa portata in Francia "che sfrutta i dati di questo portale, afferma Bruno Goupil, il primo autore dello studio, intervistato da AFP.

La seconda base è il National Health Data System (NSDS), (4) che elenca le consultazioni, le procedure mediche, le prescrizioni mediche e i ricoveri rimborsati mantenendo l'anonimato dell'assicurato.

Gli autori hanno esaminato le prescrizioni di poco più di 41.000 medici di medicina generale che lavorano esclusivamente nel settore pubblico e le hanno classificate in sei gruppi, in base alla quantità di benefici ricevuti nel corso dell'anno 2016.


  1. https://www.ehesp.fr/wp-content/uploads/2019/11/CP-sous-embargo-Etude-rennaise-generalistes-avantages-BMJ-6nov19-1h.pdf
  2. https://www.transparence.sante.gouv.fr/flow/main;jsessionid=B46E18D94BAB45FB312370CE4800E581?execution=e1s1
  3. https://www.lemonde.fr/sante/article/2014/06/26/un-site-eclaire-les-liens-d-interets-entre-laboratoires-et-professionnels-de-sante_4446315_1651302.html
  4. https://www.snds.gouv.fr/SNDS/Accueil

Fonte: https://www.lemonde.fr/societe/article/2019/11/06/les-medecins-qui-recoivent-des-cadeaux-des-laboratoires-pharmaceutiques-prescrivent-plus-et-moins-bien_6018197_3224.html