Impegno delle Forze Politiche per risolvere il nodo di Marzo

Impegno delle Forze Politiche per risolvere il nodo di Marzo

Abbiamo prodotto le due comunicazioni in allegato, in riferimento alla circolare Miur che già avevamo pubblicato qui, chiedendo un impegno concreto affinché venga rispettato il diritto dei cittadini ed in particolare, in questo caso, quello dei nostri figli di portare a conclusione l'anno educativo in corso (0/6).

NON SI TRATTA DI VOTI. Stiamo semplicemente traducendo quelle che sono le problematiche e le aspettative dei genitori coinvolti: non aspetteremo più vanamente, non daremo più fiducia ad un Veneto (ed in particolare ad una Lega o Movimento 5 Stelle) che non si impegni SUBITO e concretamente per garantire ciò che comunque già la legge prevedeva: anno 2017/18 TRANSITORIO, NESSUNA ESCLUSIONE, NESSUNA PUNIZIONE SU BAMBINI 0/6 ANNI.

Tutte le voci in campo (genitori, dirigenti, voci di corridoio e Senatori) ci dicono che Marzo sarà un problema. Ebbene, il problema va risolto ADESSO, va fugato ogni dubbio, va assicurata la conclusione dell'anno ai bambini. SUBITO.

Vogliamo sottolineare come non vi sia allo stato attuale nessuna emergenza sanitaria né epidemica e dunque, agire forzatamente sull’allontanamento dei bambini a tre mesi dalla fine dell’anno scolastico sarebbe un’azione VERGOGNOSA, PUNITIVA, DISCRIMINANTE e ALTAMENTE LESIVA DELLA DIGNITÀ, DELL'UGUAGLIANZA E DEL DIRITTO ALLO STUDIO E ALLA CONTINUITÀ FORMATIVA DI QUESTI BAMBINI. Bambini che fino al 10/03 non costituiscono alcun rischio né pericolo né problema, verrebbero estirpati da un ambiente a loro familiare e gli verrebbe preclusa la possibilità di terminare quantomeno l’anno in corso (ribadiamo, per soli tre mesi di frequenza).

IN ATTESA DI UNA CHIARA PRESA DI POSIZIONE, COMUNICHIAMO CHE CORVELVA ABBANDONA OGNI TIPO DI DIALOGO ISTITUZIONALE CON QUALSIASI FORZA POLITICA CHE NON SI ADOPERI A RISPETTARE IL DIRITTO DEI PROPRI CITTADINI.

Distinti saluti
Corvelva e oltre 50.000 genitori veneti


Download: Lettera alla dirigenza Lega Nord
Download: Lettera alla dirigenza Movimento 5 Stelle