Quando la Bordetella si evolve per effetto della pressione selettiva esercitata dal vaccino..

Quando la Bordetella si evolve per effetto della pressione selettiva esercitata dal vaccino..

Gli "epidemiologi" (sicuramente azzardatissimo definirli tali) dell'era moderna sembrano ignorare completamente i principi dell'ecologia e della biologia. La medicina preventiva, purtroppo, risente ancora oggi dei numerosissimi luoghi comuni legati alla non conoscenza della fisiologia umana e, più in generale, della biologia nei suoi rapporti di scambio reciproco con l'ambiente.

Da una news comparsa sul Washington Post nel 2014... "ragazzi di età compresa fra i 9 e i 18 anni hanno preso la pertosse durante un campeggio pur essendo stati vaccinati contro di essa".

Prende sempre più corpo un'ipotesi, non molto lontana dalla realtà e che è stata molte volte sostenuta da più parti, che sia stato lo stesso vaccino a indurre la differenziazione di un un nuovo ceppo mutante privo della Pertactina (punto debole dei precedenti ceppi virali e “locus” di aggressione a cui avrebbe dovuto mirare il vaccino anti-pertosse) che è molto più virulento dei ceppi presenti in natura.

Vedi: https://www.washingtonpost.com/local/education/whooping-cough-outbreak-in-montgomery-includes-students-at-seven-public-schools/2014/09/07/adb5c87c-34fb-11e4-9e92-0899b306bbea_story.html

Se siete interessati, come semplici lettori oppure come studiosi, medici e ricercatori sui processi di sdifferenziamento caratteristici dei ceppi virali privi di Pertactina e perciò molto più virulenti, seguite questa pagina: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=PMID:+22348138

Nota: La Pertactina (Prn) è un'importante componente antigenica della maggior parte dei vaccini acellulari anti-pertosse attuali e svolge un ruolo importante nello stimolare un'immunità protettiva, suggerendo che i ceppi negativi PRN sono sfuggiti alla risposta immunitaria alla Pertactina. I Prn di tipo 2 isolati hanno un potenziale di crescita superiore ai retro-mutanti PRN+ da cui sono derivati.

Pertactin1bad

Negli studi sull'efficacia del vaccino, il livello di anticorpi anti-Prn viene correlato con la protezione clinica, suggerendo un ruolo importante della Pertactina nello sviluppo dell'immunità . Gli studi in vitro mostrano anche che l'anticorpo anti-Prn è cruciale per l'attuazione dell'opsonofagocitosi. La spiegazione più probabile della prevalenza dei ceppi Prn di tipo 2 è la selezione guidata dal vaccino medesimo (mutazione selettiva).

Queste osservazioni suggeriscono che i ceppi Prn2 sono “sfuggiti” al sistema immunitario per quanto riguarda la risposta alla Pertactina. Proprio l'”immunità di gregge(anche se è improprio definirla così) derivante dai vaccini acellulari contro la Pertosse potrebbe aver esercitato una forte pressione selettiva nei confronti del patogeno, favorendo così l'evoluzione dei ceppi “indifferenti” perché privi del recettore alla Pertactina, così come farebbe intendere l'emergere del Promotore (ptxP3) in grado sollecitare la produzione di livelli elevati di PT.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=19579693

Il complesso questi risultati mostra la maggiore capacità del ceppo PRN- di invadere e/o infettare e suggerirebbero che l'antigene PRN può giocare un ruolo importantissimo nella sopravvivenza del microrganismo nell'ospite.