Indagine sulle falsita' influenzali e bugie strabilianti

Indagine sulle falsita' influenzali e bugie strabilianti

Tratto da: Waking Times
Si ringraziano Chiara Remedia e Raffaella Sevieri per la traduzione in italiano


Non tutti i professionisti medici mainstream stanno cercando di mentire sull'influenza.

La maggior parte di queste persone, a causa del loro indottrinamento, presume semplicemente che la saggezza convenzionale sia vera.

Ma salendo in cima alla scala, ad esempio le agenzie di sanità pubblica come il Centro statunitense per il controllo delle malattie (CDC), sicuramente troviamo alcuni bugiardi di prima classe a bordo.

Le informazioni che sto per rivelare - e le ho già pubblicate prima – rientrano nella categoria : COME PUÒ ESSERE VERO? SE FOSSE VERO, ALLORA TUTTO QUELLO CHE CI È STATO DETTO E TUTTO QUELLO CHE ABBIAMO CREDUTO, È INCREDIBILMENTE FALSO.

E questo è un problema per molte persone. Si preferisce aggrapparsi a una menzogna piuttosto che scambiare la fedeltà con la verità, quando la verità mostra le autorità sotto una luce completamente nuova.

Quindi… allacciate le cinture, si parte.

Il primo punto è: quante persone negli Stati Uniti muoiono ogni anno di influenza?

Il CDC pubblicava la stessa cifra ogni anno; 36.000. Successivamente, dopo che questa cifra è stata finalmente contestata, hanno modificato la stima ufficiale. Si sono espressi in modo ambiguo: “Le stagioni dell'influenza sono imprevedibili e possono essere gravi. Per un periodo di 30 anni, tra il 1976 e il 2006, le stime dei decessi per influenza negli Stati Uniti oscillavano da un minimo di circa 3.000 a un massimo di circa 49.000 persone. "

Nel dicembre 2005, il British Medical Journal (versione online) ha pubblicato un rapporto scioccante di Peter Doshi, che ha fatto tremare le mura del CDC.

Ecco una citazione dal rapporto di Doshi, "Le cifre della morte per influenza negli Stati Uniti sono più di pubbliche relazioni che scientifiche?" (BMJ 2005; 331: 1412): "[Secondo le statistiche CDC]," influenza e polmonite "hanno causato 62.034 vittime nel 2001, di cui 61.777 attribuibili alla polmonite e 257 all'influenza, e in soli 18 casi il virus dell'influenza è stato identificato positivamente".

Boom.

Ecco, il CDC ha creato una categoria generale che raggruppa decessi per influenza e polmonite. Perché lo fanno? Perché presumibilmente suppongono che i decessi per polmonite siano complicazioni derivate dall'influenza.

Questo è un presupposto assurdo. La polmonite ha una serie di cause (non solo l’influenza, NdT).

Ma peggio ancora, in tutti i decessi per influenza e polmonite, solo in 18 casi è stata rilevata la presenza di un virus influenzale.

Pertanto, il CDC non avrebbe potuto affermare con certezza, che più di 18 persone erano morte di influenza nel 2001. Non 36.000 morti. 18 morti.

Doshi ha continuato la sua valutazione delle statistiche pubblicate dal CDC sui decessi per influenza: "Tra il 1979 e il 2001, i dati [CDC] mostrano una media di 1348 decessi [influenza] all'anno (intervallo da 257 a 3006)". Queste cifre si riferiscono all'influenza separata dalla polmonite.

Questo bilancio delle vittime è ovviamente molto inferiore alla cifra di 36.000 che veniva ripetuta a pappagallo.

Tuttavia, se si aggiunge la condizione ragionevole che i test di laboratorio devono effettivamente trovare il virus dell'influenza nei pazienti, il numero di decessi per influenza potrebbe  precipitare ulteriormente.

In altre parole, si tratta di promozione, pubblicità e incertezza.

"Beh, abbiamo detto che 36.000 persone muoiono di influenza ogni anno negli Stati Uniti. Ma in realtà, probabilmente il numero è più vicino a 20. Chi lo sa? Tuttavia, non possiamo ammetterlo, perché se lo facessimo, riveleremmo le nostre gigantesche manovre psicologiche. L'intera campagna per spaventare le persone e indurle a fare un vaccino antinfluenzale avrebbe circa lo stesso effetto se avvertissimo le persone di portare con sé ombrelli di ferro, casomai i tostapane cadessero dalle finestre del piano superiore ... e, a proposito, saremmo messi in prigione per frode."

[Nota: prima che Doshi pubblicasse il suddetto articolo sui decessi per influenza, mi occupavo di una serie di e-mail con lui su questo problema e il ricercatore indipendente, Martin Maloney, ha dato un grande contributo alla scoperta dell'inganno del CDC.]

Il secondo grande problema è: quante persone a cui è stata diagnosticata l'influenza hanno davvero l'influenza?

Peter Doshi di nuovo, scrivendo nel BMJ online (British Medical Journal), rivela un'altra mostruosità.

Come afferma Doshi, ogni anno centinaia di migliaia di campioni respiratori vengono prelevati da pazienti con influenza negli Stati Uniti e testati in laboratorio. Ecco il pezzo forte: solo una piccola percentuale di questi campioni mostra la presenza di un virus influenzale.

Ciò significa che la maggior parte delle persone in America a cui i dottori hanno diagnosticato l'influenza, non hanno il virus influenzale nei loro corpi.

Quindi, non hanno l'influenza.

Pertanto, anche se si presume che il vaccino antinfluenzale sia utile e sicuro, non è possibile prevenire tutti quei "casi di influenza" che non sono casi di influenza.

Il vaccino non può funzionare.

Il vaccino non è progettato per prevenire l'influenza finta, a meno che i maiali non possano volare.

Ecco la citazione esatta dalla recensione BMJ di Doshi, "Influenza: commercializzare vaccini per commercializzare malattie" (BMJ 2013; 346: f3037):

"... anche il vaccino antinfluenzale ideale, perfettamente compatibile con i ceppi circolanti del virus selvaggio dell'influenza e in grado di bloccare tutti i virus dell'influenza, può affrontare solo una piccola parte del problema dell'influenza perché la maggior parte dei casi di influenza sembra non avere nulla a che fare con l'influenza. Ogni anno, centinaia di migliaia di campioni respiratori vengono testati negli Stati Uniti. Di quelli testati, in media il 16% risulta positivo all'influenza. ... Non c'è da meravigliarsi che così tante persone abbiano il sentore che i" vaccini antinfluenzali non funzionano”: per la maggior parte dei casi, non possono funzionare."

Perché la maggior parte dei pazienti a cui viene diagnosticata l’'influenza, non ha l'influenza.

Quindi, anche se siete dei veri sostenitori della teoria dei vaccini mainstream, qui siete alle strette. Vi stanno fregando.

Permettetemi di fare un esempio gigantesco di questo modo ingannevole di contare i casi di influenza. Si tratta di un'epidemia di influenza che forse ricordate, l' influenza suina.

Alla fine dell'estate del 2009, l'epidemia di influenza suina venne pubblicizzata dal CDC. L'Agenzia stava chiedendo a tutti gli americani di farsi vaccinare con il vaccino contro l'influenza suina.

Il problema era che il CDC stava nascondendo uno scandalo.

All'epoca, la star reporter investigativa della CBS, Sharyl Attkisson, stava lavorando ad una storia sull'influenza suina. Scoprì che il CDC aveva segretamente smesso di contare i casi di malattia negli Stati Uniti, mentre, naturalmente, continuava ad avvertire gli americani della sua diffusione incontrollata.

Comprendete che il lavoro principale del CDC è contare i casi e riportare i numeri.

Cosa stava facendo l'Agenzia?

Ecco un estratto della mia intervista del 2014 con Sharyl Attkisson:

Rappoport: Nel 2009 ha portato avanti il caso della copertura della cosiddetta pandemia di influenza suina. Ha scoperto che, nell'estate del 2009, i Centers for Disease Control, ignorando il loro mandato federale, hanno [segretamente] smesso di contare i casi di influenza suina in America. Eppure, hanno continuato a infondere paura per la "pandemia", senza avere alcuna reale misura del suo impatto. Non è stata un'altra sua indagine che è stata chiusa? Non c'era altro da scoprire?

Attkisson: Le implicazioni della storia erano anche peggiori di queste. Abbiamo scoperto attraverso i nostri sforzi con i FOI (Freedom of Information, NdT) che prima che il CDC smettesse misteriosamente di contare i casi di influenza suina, avevano appreso che quasi nessuno dei casi che avevano contato come influenza suina era, in effetti, da attribuirsi all’influenza suina o a qualsiasi tipo di influenza! L'interesse per la storia da parte di un dirigente della [CBS] è stato molto grande. Ha detto che era "la storia più originale" che aveva visto sull'intera epidemia di influenza suina. Ma altri hanno fatto pressione per fermarlo [dopo che è stato pubblicato sul sito Web della CBS News] e, alla fine, nessuna trasmissione [della televisione della CBS] ha voluto toccare l’argomento. Trasmisero numerose storie che alimentavano l'idea di un'epidemia, ma non quella che avrebbe gettato luce nuova e originale su tutto il clamore. [L'articolo di Attkisson] era giusto, preciso, legalmente approvato e un’ottima storia. Con il CDC che teneva segrete le vere statistiche sull'influenza suina, molte persone tra il pubblico vaccinavano loro stessi e i loro figli con un vaccino sperimentale che avrebbe potuto non essere necessario.

—fine dell’estratto dell'intervista—

 

Era prassi che tutti i medici americani inviassero campioni di sangue dei loro pazienti ai quali avevano diagnosticato l'influenza suina, o i pazienti "più probabilmente" affetti da influenza suina, ai laboratori per i test. E in modo schiacciante, quei campioni stavano tornando con il risultato: non si trattava di influenza suina, di nessun tipo di influenza.

Questo era il grande segreto. Ecco cosa nascondeva il CDC. Ecco perché hanno smesso di riportare i numeri dei casi di influenza suina. Questo è quello che Attkisson aveva scoperto. Ecco perché è il caso è stato chiuso.

Ma c’è di peggio.

Perché circa tre settimane dopo che le scoperte di Attkisson furono pubblicate sul sito web della CBS News, il CDC, ovviamente in preda al panico, decise di raddoppiare. Se viene scoperta una bugia, raccontane una ancora più grande. Una molto più grande.

Qui, a partire da un articolo del 12 novembre 2009, l'articolo WebMD è la risposta del CDC: "Incredibilmente, si presuppone che da 14 milioni a 34 milioni di residenti negli Stati Uniti - la migliore ipotesi del CDC è di 22 milioni – avranno l’influenza suina H1N1 entro il 17 ottobre [2009]." ("22 milioni di casi di influenza suina negli Stati Uniti", di Daniel J. DeNoon).

Avete gli occhi fuori dalle orbite? Certo che si.

Nell'estate del 2009, il CDC ha segretamente interrotto il conteggio dei casi di influenza suina in America, perché la schiacciante percentuale dei test di laboratorio condotti su probabili pazienti con influenza suina non mostrava alcun segno di influenza suina o di qualsiasi altro tipo di influenza.

Non c'è epidemia di influenza suina.

Ma il CDC stima che ci siano 22 MILIONI di casi di influenza suina negli Stati Uniti.

Quindi... la premessa che il CDC non mentirebbe mai su questioni importanti come, oh, un vaccino che possa causare l'autismo... potete dormire sonni tranquilli. (archivio qui https://blog.nomorefakenews.com/category/vaccinegate/ )

Il CDC mentirà su tutto ciò che vuole. Andrà coraggiosamente laddove non andrà nessuno interessato alla vera scienza.

Ignorerà completamente il suo mandato di prendersi cura della salute umana e proseguirà indisturbato per la sua strada - fintanto che le persone saranno disposte ad accettare le menzogne ​​invece della verità, fintanto che le persone preferiranno aggrapparsi a ciò che le autorità dicono loro di credere.


Sull’Autore
Jon Rappoport è l'autore di tre raccolte esplosive, THE MATRIX REVEALED, EXIT FROM THE MATRIX, e POWER OUTSIDE THE MATRIX. Jon è stato candidato per un seggio al Congresso degli Stati Uniti nel 29 ° distretto della California. Mantiene una pratica di consulenza per clienti privati, il cui scopo è l'espansione del potere creativo personale. Nominato per un premio Pulitzer, ha lavorato come reporter investigativo per 30 anni, scrivendo articoli su politica, medicina e salute per CBS Healthwatch, LA Weekly, Spin Magazine, Stern e altri giornali e riviste negli Stati Uniti e in Europa. Jon ha tenuto conferenze e seminari su politica globale, salute, logica e potere creativo per il pubblico di tutto il mondo.

link originale: https://www.wakingtimes.com/2019/11/12/drilling-down-into-flu-deceptions-and-mind-boggling-lies/