Continuiamo la strada del FOIA sulla 210/92 e ci serve un po' d'aiuto!

Continuiamo la strada del FOIA sulla 210/92 e ci serve un po' d'aiuto!

Cari Soci e Simpatizzanti, si riparte con l'azione "Accesso agli Atti" (e ci serve un po' d'aiuto!)

Sono scaduti i termini di legge che congelavano lo strumento di controllo e vigilanza al servizio del cittadino. Con il decreto legge “Cura Italia” dal 17 marzo 2020 si era sospeso il FOIA (Freedom of Information Act), l’accesso civico generalizzato che consente ai cittadini di accedere liberamente alle informazioni e ai dati raccolti dalla Pubblica Amministrazione.

Ora possiamo tornare in carreggiata e investire energie e risorse per rispondere ad una domanda per noi importante: quanti sono i danneggiati e deceduti a causa delle vaccinazioni in Italia?

Ci eravamo lasciati con il dato della Regione Veneto: 40 soggetti indennizzati in Veneto dal 2001 al 2015, con una media di quasi 3 indennizzati ogni anno, di cui 3 decessi. Questo dato di fatto smentisce il sistema di farmacovigilanza della Regione, Canale Verde, che ha sempre omesso i decessi.

Nel tempo sono stati raccolti dati parziali anche di altre regioni, grazie ad amici come CLiVa Toscana e molti gruppi di genitori; ora è necessario avere un dato a livello nazionale e per farlo siamo pronti a percorrere tutte le fasi necessarie, prevedendo anche eventuali dinieghi, non risposte o risposte parziali che possono portarci a dover ricorrere al TAR competente.

Nel fare ciò abbiamo identificato uno studio legale specializzato, anche di una certa caratura, che ci seguirà tutto l’iter di istanza, eventuale riesame, e TAR ove non arrivassero risposte esaustive.

Attualmente abbiamo tutti i preventivi modulati per step e siamo pronti, ci manca solo il vostro supporto. Se credete in ciò che facciamo potete associarvi a Corvelva oppure fare una Donazione aiutandoci ad ottenere i risultati sperati.

I motivi che hanno mosso questa azione sono vari e non solo scoprire una verità nascosta, anche perché chiunque di voi saprà bene che il dato comunque sarà sottostimato rispetto al reale numero di danneggiati, ma fermo restando questo, con la giusta e costante pressione dei cittadini si può arrivare a pretendere che questo dato sia reso pubblico annualmente come fanno in altri Paesi.

Come sapete siamo una piccola associazione veneta e possiamo affrontare certi progetti solo ed esclusivamente con l’aiuto di tutti voi.

P.S. Come sempre ogni nostra istanza, progetto o documento prodotto verrà messo sul nostro sito a disposizione di tutti.