Covid-19 - I Medici di base: “curare a casa per salvare i pazienti”

Covid-19 - I Medici di base: “curare a casa per salvare i pazienti”
(Tempo di lettura: 1 minuto)

Dott. Andrea Stramezzi: "...dare la tachipirina a casa in vigilante attesa è una follia. Noi potremmo avere gli ospedali vuoti e non avremmo un bollettino di tutti questi morti. Sono più di 70.000 morti, diciamo che magari all'inizio non lo sapevamo, ma almeno 50.000 di questi 70.000 li potevamo evitare..."

Dopo una dichiarazione del genere cosa è successo in Italia? Assolutamente nulla ovviamente.

Sono gli unici medici al mondo che dicono che si può e si doveva fare di più per evitare la maggior parte di decessi? Assolutamente no, in quasi ogni nazione c'è un cospicuo gruppo di medici che va contro il pensiero unico del terrore.

Vogliamo qui ricordare a tutti che l'Articolo 32 della Costituzione Italiana non lo hanno scritto per permettere a 4 politicanti da strapazzo di porre obblighi sanitari, ma per ribadire che "la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo" e se ci sono delle cure possibili, nasconderle è criminale!