I bambini affrontano un rischio “estremamente basso” di morire a causa del coronavirus

I bambini affrontano un rischio “estremamente basso” di morire a causa del coronavirus
(Tempo di lettura: 3 - 6 minuti)

I bambini affrontano un rischio “estremamente basso”, uno su 500.000, di morire a causa del coronavirus, hanno scoperto i ricercatori.

In Inghilterra, solo 25 under-18 sono morti da Covid, che equivale a circa due su un milione, hanno detto gli esperti.

I giovani con patologie mediche preesistenti, come malattie cardiache e cancro, e gravi disabilità, che possono includere paralisi cerebrale e autismo, hanno una maggiore probabilità di ammalarsi gravemente dal virus.

Adolescenti, bambini neri e obesi erano anche a più alto rischio di morire con Covid, ma questi numeri erano ancora molto bassi, hanno scoperto. 

I ricercatori hanno detto che i loro risultati – che sono stati pubblicati in tre documenti separati oggi – contribuiranno a informare il vaccino e la politica di protezione per i minori di 18 anni.

Presenteranno gli studi al Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI), al Dipartimento della Salute e all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

I risultati giungono nel mezzo di una disputa sul fatto che il N.10 ( N.10 di Downing Street è il numero civico della residenza e della sede del Primo Ministro del Regno Unito) dovrebbe espandere l’introduzione del vaccino ai giovani. 

I consulenti del JCVI e del SAGE hanno precedentemente espresso preoccupazioni riguardo alla somministrazione del vaccino ai bambini fino a quando non saranno disponibili più dati sulla sicurezza.

Gli studi sono stati condotti da ricercatori dell’University College di Londra, dell’Università di York e dell’Università di Liverpool.

Uno degli studi è il primo a determinare il numero di bambini che sono morti per il Covid piuttosto che con il virus. Ha concluso che il virus ha ucciso 25 bambini in Inghilterra. 

Il coronavirus ha contribuito allo 0,8% dei 3.105 decessi di bambini per tutte le cause nel primo anno della pandemia. 

Durante lo stesso periodo, 124 bambini sono morti per suicidio, mentre 268 sono morti per trauma, mostrando che la Covid “è raramente fatale” nei bambini, hanno detto i ricercatori.

Hanno scoperto che i minori di 18 anni che sono morti avevano maggiori probabilità di essere adolescenti piuttosto che bambini più piccoli, dimostrando che il rischio del virus aumenta con l’età.

Percentuali più elevate di bambini asiatici e neri sono morti a causa del virus, ma queste morti erano “ancora estremamente rare”, hanno detto. 

Più del 75 per cento dei bambini che sono morti avevano patologie croniche, mentre due terzi avevano più di una patologia di base e il 60 per cento aveva patologie che limitavano la vita.

Sei dei bambini che sono morti non sono stati registrati come aventi un problema di salute sottostante, ma gli scienziati hanno detto che potrebbero aver avuto malattie non diagnosticate. 

Il documento afferma che il rischio “estremamente basso” di morte significa che rimuovere i bambini dalle loro normali attività come la scuola e gli eventi sociali “può rivelarsi un rischio maggiore di quello della SARS-CoV-2 stessa”. 

Un secondo studio ha scoperto che 251 giovani in Inghilterra sono stati ricoverati in terapia intensiva con Covid da marzo 2020 a febbraio di quest’anno, che equivale a circa un rischio su 50.000.

Di questi pazienti, il 91 per cento aveva una o più patologie di salute sottostanti. 

Hanno anche trovato che uno su 2.000 sono stati ammessi in ospedale con Covid, che equivale a quasi 6.000 bambini. 

Hanno anche trovato che c’è un rischio di uno su 40.000 bambini ricoverati per cura con una rara sindrome infiammatoria chiamata PIMS-TS, che è causata da Covid.  

Meno di cinque bambini sono morti da PIMS-TS.

Hanno detto che i loro risultati mostrano che “pochissimi” bambini ammessi in ospedale in Inghilterra a causa di Covid o PIMS-TS hanno sviluppato una grave malattia o sono morti.

Hanno concluso che i bambini più anziani e delle minoranze etniche, così come quelli che avevano patologie come il diabete, l’asma e le malattie cardiache erano più a rischio, che è “molto simile” ai modelli di ricoveri ospedalieri visti negli adulti. 

Un terzo studio, che è stato guidato dal dottor Rachel Harwood presso l’Università di Liverpool, ha sostenuto i risultati degli altri studi.

I ricercatori hanno scoperto che tra i bambini ricoverati in ospedale con Covid, quelli a più alto rischio di malattia grave o morte sono adolescenti, hanno patologie di cuore o cervello, due o più patologie sottostanti, o sono obesi.

Gli scienziati hanno raccomandato che questi gruppi dovrebbero essere considerati una priorità più alta per la vaccinazione e la difesa protettiva.

Il professor Russell Viner, autore senior di due degli studi e professore di salute dell’adolescenza all’UCL Great Ormond Street Institute of Child Health, ha detto: “Questi nuovi studi dimostrano che i rischi di malattia grave o di morte per SARS-CoV-2 sono estremamente bassi nei bambini e nei giovani.

I giovani a più alto rischio sono quelli che sono anche a più alto rischio per qualsiasi virus invernale o altra malattia – cioè i giovani con condizioni di salute multiple e disabilità complesse. Il Covid-19 tuttavia aumenta i rischi per le persone in questi gruppi in misura maggiore rispetto a malattie come l’influenza (influenza stagionale).”

Le nostre nuove scoperte sono importanti perché informeranno la guida di protezione per i giovani e le decisioni sulla vaccinazione di adolescenti e bambini, non solo nel Regno Unito ma anche a livello internazionale”.

I risultati arrivano mentre il N.10 [Downing street] sta deliberando il suo approccio sulla vaccinazione dei bambini. 

Il professor Calum Semple, un membro del SAGE, ha detto il mese scorso che sono necessari più dati sui benefici nei bambini che ricevono il vaccino e deve essere “incredibilmente robusto” a causa dei loro bassi rischi dal virus.    

Ha detto che una spinta a vaccinare i giovani sarebbe quella di ridurre la trasmissione comunitaria, “piuttosto che principalmente per proteggerli”.

Il professor Semple ha detto: “La conoscenza riguardo l’incolumità nei bambini sta crescendo, ma direi che non è così robusta come deve essere se ci dovesse essere una vaccinazione generalizzata dei bambini visto che non sono a rischio di malattie molto gravi”.

“Questo è il nocciolo della questione. Se hai intenzione di vaccinare i bambini per proteggere la società, questa è una decisione giusta che può essere presa, ma vuoi farlo con piena conoscenza dei dati di sicurezza”.


Fonte: https://www.dailymail.co.uk/news/article-9769283/Children-face-one-500-000-risk-dying-Covid-amid-row-kids-vaccinated.html