Vaccino Merck, il caso degli informatori verso una risoluzione

Vaccino Merck, il caso degli informatori verso una risoluzione

Mentre il caso degli informatori del vaccino MMR di Merck procede verso una risoluzione che sembra sempre più essere rovinosa per lo scandalo di Merck guidato dal blockbuster MMR II, i funzionari del Dipartimento della Sanità e dei Servizi Umani degli Stati Uniti (DHHS) stanno correndo per ottenere la versione di Glaxo del MMR per riempire il vuoto a venire.

Ricapitolando: due scienziati Merck, Stephen Krahling e Joan Wlochowski, hanno presentato la loro causa federale come informatori nel 2010 sostenendo che Merck ha aggiunto fraudolentemente anticorpi di coniglio ai campioni di sangue umano per spingere i funzionari FDA a credere che il vaccino avesse un’efficacia del 95% e quindi avere il monopolio sul vaccino MMR. 

Quando gli scienziati hanno minacciato di denunciare la frode, i funzionari Merck avrebbero offerto tangenti e minacciati di prigione e avrebbero poi distrutto le prove di laboratorio nei sacchi della spazzatura.

L’MMR II difettoso di Merck starebbe attualmente causando pericolose epidemie di parotite in adulti completamente vaccinati in tutto il mondo. Su richiesta della FDA ha recentemente pubblicato i risultati degli studi clinici statunitensi per la concessione di licenze urgente per il vaccino di Glaxo (MMR) Priorix®️ (Klein et al. 2019). 

Forse sapendo che nessun vaccino MMR può sopravvivere ai test di sicurezza contro un placebo inerte, la FDA ha permesso a GSK di testare Priorix contro il MMR II di Merck. I risultati paiono negativi per entrambe le formulazioni di vaccino e Glaxo e la FDA non li hanno pubblicati nel documento principale, ma inseriti in una tabella supplementare all’interno di un addendo.

La tabella 6 mostra i risultati scioccanti: quasi il 50% dei destinatari del vaccino ha subito eventi avversi entro 42 giorni dalla vaccinazione e oltre il 10% di questi ha richiesto visite al pronto soccorso. 

Circa il 2% di questi eventi avversi erano «gravi» e al 3,5% dei destinatari del vaccino è stata diagnosticata una «nuova insorgenza di una malattia cronica» entro 6 mesi dalla vaccinazione.

Questi risultati documentati sulla sicurezza sono incredibilmente superiori a quelli offerti dall’industria dei vaccini, dove affermano che gli eventi avversi al vaccino sono «uno su un milione». Sono molto più in linea con i risultati dello studio Lazarus del DHHS, in cui 1 su 39 destinatari del vaccino ha mostrato una reazione avversa.

Robert Kennedy jr.


Traduzione a cura di Renovatio 21


Fonte: https://childrenshealthdefense.org/news/merck-whistleblower-case-proceeds-toward-a-resolution/